Mercoledì, Novembre 22, 2017
Blog
Mercoledì 17 Aprile 2013 16:10

Una svolta personale

“Giacobbe rimase solo e un uomo lottò con lui fino all'apparire dell'alba; quando quest'uomo vide che non poteva vincerlo, gli toccò la giuntura dell'anca, e la giuntura dell'anca di Giacobbe fu slogata, mentre quello lottava con lui. E l'uomo disse: «Lasciami andare, perché spunta l'alba». E Giacobbe: «Non ti lascerò andare prima che tu mi abbia benedetto!» L'altro gli disse: «Qual è il tuo nome?» Ed egli rispose: «Giacobbe». Quello disse: «Il tuo nome non sarà più Giacobbe, ma Israele, perché tu hai lottato con Dio e con gli uomini e hai vinto». Giacobbe gli chiese: «Ti prego, svelami il tuo nome». Quello rispose: «Perché chiedi il mio nome?» E lo benedisse lì. Giacobbe chiamò quel luogo Peniel, perché disse: «Ho visto Dio faccia a faccia e la mia vita è stata risparmiata». Il sole si levò quando egli ebbe passato Peniel; e Giacobbe zoppicava dall'anca”  Genesi 34:24-31.

Sabato 02 Febbraio 2013 19:00

Una cosa nuova

“Non ricordate più le cose passate, non considerate più le cose antiche: ecco, io sto per fare una cosa nuova; essa sta per germogliare; non la riconoscerete? Sì, io aprirò una strada nel deserto, farò scorrere dei fiumi nella steppa. Le bestie dei campi, gli sciacalli e gli struzzi mi glorificheranno, perché avrò dato l'acqua al deserto, fiumi alla steppa, per dar da bere al mio popolo, al mio eletto. Il popolo che mi sono formato proclamerà le mie lodi” Isaia 43:18-21.
Il testo che abbiamo appena letto è tratto dal libro del profeta Isaia, il maggiore nonché il primo libro profetico, scritto dallo stesso nel 700 a.C circa, e ricopre un periodo di tempo di quasi 200 anni, ecco perché alcuni credono che non sia stato il solo Isaia a scriverlo. Da molti studiosi definito il “quinto vangelo”, da altri ancora come la sintesi per eccellenza di tutta la Bibbia in virtù della sua composizione (66 capitoli come 66 sono i libri della Bibbia, divisi teologicamente in 39 capitoli legati al vecchio patto proprio come 39 sono i libri dell’Antico Testamento, e 27 capitoli legati alla realtà del nuovo patto come 27 sono i libri del Nuovo Testamento. E’ dal capitolo 40 che infatti si parla in chiave profetica di Gesù). Il nome Isaia significa YHWH E’ SALVEZZA, e non a caso l’autore descrive i fatti accaduti in un periodo in cui sul popolo incombe un’oppressione politica, sociale e culturale, per cui c’è un bisogno urgente di salvezza da parte di Dio.

Sabato 02 Febbraio 2013 18:39

Salmo 13

Preghiera fiduciosa durante l'afflizione. Al direttore del coro. 
Salmo di Davide.

“Fino a quando, o SIGNORE, mi dimenticherai? Sarà forse per sempre? Fino a quando mi nasconderai il tuo volto? Fino a quando avrò l'ansia nell'anima e l'affanno nel cuore tutto il giorno? Fino a quando s'innalzerà il nemico su di me? Guarda, rispondimi, o SIGNORE, mio Dio! Illumina i miei occhi perché io non m'addormenti del sonno della morte, affinché il mio nemico non dica: «L'ho vinto!» e non esultino i miei avversari se io vacillo. Quanto a me, io confido nella tua bontà; il mio cuore gioirà per la tua salvezza; io canterò al SIGNORE perché m'ha fatto del bene”   Salmo 13.

Lunedì 14 Gennaio 2013 16:16

Sulla Via della Correzione

Il titolo di questa riflessione prende spunto dal cammino intrapreso dai discepoli verso Gerusalemme con al loro capo Gesù, propenso e cosciente nell'andare a morire sulla croce per i peccati dell'umanità. Direzione Gerusalemme, è questo un percorso necessario per chi aspira mediante la grazia ad entrare nella Gerusalemme celeste. Mentre Gesù adempiva il piano di Dio, noi dunque simbolicamente ci apprestiamo a camminare verso di essa allo scopo di esserne partecipi nel futuro. Necessaria in questa via percorsa è la correzione che ognuno di noi deve ricevere per accedere al Regno di Dio. Proprio come Gesù prese la Parola più volte (v.32,36,38,39,42) in questo testo, correggendo, ammonendo ed incoraggiando la vita dei suoi discepoli prima della Sua dipartita, così noi nati di nuovo riceviamo la nostra parte di correzione in questo tempo, dove i nostri sentimenti più vili e diabolici dovranno tramutarsi in viscere di misericordia, benignità, umiltà, mansuetudine e pazienza (Colossesi 3:12).

Venerdì 28 Dicembre 2012 12:06

Rimani ancorato ...

Libro degli Atti, capitolo 27 - L’apostolo Paolo dopo aver affrontato varie avversità nella sua vita, incorso più volte in pericoli di morte e persecuzioni, si ritrovò ancora una volta nel mezzo di una tempesta violenta. I marinai a bordo, spaventati dall’imperversare di quella bufera, cercarono di ricorrere a degli espedienti umani, nella speranza che la sapienza umana li avrebbe scampati ad un sicuro naufragio. Ma su quella nave l’apostolo Paolo con la sua fede vera e genuina nell’Iddio Onnipotente riuscì a salvare il personale a bordo. Dopodichè i marinai gettarono quattro ancore.

Domenica 23 Dicembre 2012 21:42

La Purificazione del Tempio

“Permetti a Gesù di purificare il Suo Tempio dal peccato”
(Matteo 21:12-17)

La meditazione di quest'oggi è rivolta a tutti i cristiani redenti dal sangue di Gesù e non solo. C'è un'urgenza, una condizione, un obbligo a cui non possiamo sottrarci, poiché il tempo della Sua venuta è vicino, imminente, ed Egli verrà solo per una chiesa santa, irreprensibile, senza macchia né ruga. A noi la responsabilità di farci correggere dalla Sua mano paterna, affinchè saremo partecipi della Sua santità (Ebrei 12:10).

Il testo che tratteremo presenta una raccapricciante scena pubblica di Gesù nel Tempio di Dio dopo il suo ingresso trionfale a Gerusalemme, ove dopo pochi giorni gli Osanna delle folle si sarebbero tramutati in “Crocifiggilo”!
Quanto è fragile l'amore dell'umanità verso Gesù, tanto superficiale quanto “una nuvola mattutina, come la rugiada che al mattino presto scompare” (Osea 6:4).

Pagina 4 di 12

Seguici sui social

facebookinstagram

Cerca

Articoli per data

« Novembre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30