Sabato, Novembre 18, 2017
Risorse Studi Biblici

Studi Biblici (20)

Studi biblici disponibili in formato pdf.

Giovedì 26 Marzo 2015 18:51

Cremazione o sepoltura?

Si fa sempre più spazio, nella cultura moderna, la pratica della cremazione in alternativa a quella della sepoltura.

Per questa ragione, sempre più credenti si pongono e sottopongono alcune domande:

La cremazione è biblica? La cremazione è peccato? Che dire dei cari che sono stati cremati?

Domenica 10 Febbraio 2013 18:48

Dio è fedele

“Nessuna tentazione vi ha finora colti se non umana, or Dio è fedele e non permetterà che siate tentati oltre le vostre forze, ma con la tentazione vi darà anche la via d'uscita, affinché la possiate sostenere.” (1 Corinzi 10:13).
La fedeltà è uno degli attributi morali di Dio che lo contraddistinguono, come per esempio: “Dio è amore”, “Dio è buono”, “Dio è santo”, ecc.
Nel testo che leggiamo, la fedeltà è messa in relazione al rapporto che Lui ha nei confronti dei Suoi figli, in virtù di una promessa.
Egli non permetterà mai (al tentatore, il diavolo) che la tentazione vada al di là delle nostre forze.
Inoltre, dobbiamo tenere ben presente che non è, quindi, Dio a tentarci, anche perché è scritto: Nessuno, quando è tentato dica: «Io sono tentato da Dio», perché Dio non può essere tentato dal male, ed egli stesso non tenta nessuno.”(Giacomo 1:13).
Il verso di 1 Corinzi, comunque, mette in gioco tre cose: “ci sono delle tentazioni”, “Dio è fedele” e “la tentazione non andrà oltre le nostre forze”.
Infatti, il credente è sottoposto ogni giorno alle tentazioni, ma ciò non può e non deve scoraggiarci, poiché, appunto, “Dio è fedele”!

Lunedì 23 Luglio 2012 16:42

Dare oltre la matematica

Uno studio biblico sulla decima. Past. Antonio Romeo.

Per visualizzare lo studio clic su Download allegati: Dare oltre la matematica

Martedì 19 Aprile 2011 09:52

La Pasqua

Il Natale e la Pasqua sono indubbiamente le festività più sentite nel nostro Paese. Esse caratterizzano un periodo più o meno breve, istituito per ricordare la nascita di Cristo (il Natale), la Sua morte e la Sua resurrezione (la Pasqua). In realtà in quei giorni particolari, il cuore dell’uomo è rivolto molto più all’esteriorità della festa, ai regali e alle tavole imbandite, che non alla sua essenza, ovvero Gesù stesso. Pochissimi riflettono sul perché si seguono determinate tradizioni e credenze. Siamo in un mondo pieno di usanze e consuetudini che molto spesso accettiamo, senza però considerarne le reali motivazioni.

Nelle chiese evangeliche l’assenza della celebrazione della festa liturgica della Pasqua è una peculiarità che trova nella Bibbia riscontri ovviamente biblici, ma anche storici e culturali, che ci accingeremo pian piano ad analizzare.

Lunedì 18 Aprile 2011 14:43

La missione oggi

Solitamente, quando si vuole evitare o peggio ancora sfuggire ad un problema, si dice che “i tempi sono cambiati, che oggi le cose sono diverse.”

Ma quest’ipotesi è proprio vera anche nel campo della missione? O questa sindrome di Giona è dovuta al decadimento dei valori cristiani verificatosi in questi ultimi tempi, che di conseguenza si ripercuote sul campo missionario?

Esso ne soffre in modo particolare in quanto “campo difficile”, e  diverse ne sono le ragioni.

Martedì 12 Aprile 2011 18:39

La Chiamata

Nell'anno della morte del re Uzziah, io vidi il Signore assiso sopra un trono alto ed elevato, e i lembi del Suo manto riempivano il tempio. Sopra di Lui stavano dei serafini; ognuno di essi aveva sei ali: con due si copriva la faccia, con due si copriva i piedi e con due volava. L'uno gridava all'altro e diceva: “Santo, Santo, Santo è l'Eterno degli eserciti. Tutta la terra è piena della Sua gloria”. Gli stipiti della porta furono scossi dalla voce di colui che gridava, mentre il tempio si riempì di fumo. Allora io dissi: “Ahimè! Io sono perduto, perché sono un uomo dalle labbra impure e abito in mezzo a un popolo dalle labbra impure; eppure i miei occhi hanno visto il Re, l'Eterno degli eserciti”. Allora uno dei serafini volò verso di me, tenendo in mano un carbone ardente, che aveva preso con le molle dall'altare. Con esso mi toccò la bocca e disse: “Ecco, questo ha toccato le tue labbra, la tua iniquità è rimossa e il tuo peccato è espiato”. Poi udii la voce del Signore che diceva: “Chi manderò e chi andrà per noi?”. Io risposi: “Eccomi, manda me!”. Allora Egli disse: “Va' e di' a questo popolo: “Ascoltate pure, ma senza comprendere, guardate pure, ma senza discernere!”  Isaia 6:1-9.

  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »
Pagina 1 di 2

Seguici sui social

facebookinstagram

Cerca

Articoli per data

« Novembre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30