Giovedì, Novembre 23, 2017
Risorse Sermoni Ravvedimento Ritorna di nuovo a Bethel
Domenica 07 Novembre 2010 19:24

Ritorna di nuovo a Bethel

da: Pastore Antonio Romeo |  Scritture: Genesi 35:1-7

La storia di Giacobbe, esposta in Genesi 35:1-7, rappresenta la storia di ognuno di noi. Ben 20 anni prima, Dio gli aveva fatto una promessa, la terra sulla quale si era coricato e ove avvenne il sogno, sarebbe stata sua e della sua discendenza (Genesi 28:13). Ma, trascorso questo lasso temporale, Giacobbe dimenticò la promessa, ritrovandosi invece a Sichem, terra da lui acquistata. Questo è quanto avviene per i credenti che, pur avendo iniziato il percorso cristiano ripieni di zelo ed entusiasmo, si ritrovano poi in un posto non previsto. Alle mille aspettative e sogni, è subentrata invece la delusione. Ma Dio, nella sua infinita misericordia, rivolse a Giacobbe, come rivolge ancora oggi alla sua chiesa, l’invito a purificarsi, a rimuovere l’idolatria e cambiare le proprie vesti, simbolo di abitudini errate. Come rispondiamo a questo invito? Giacobbe, innanzitutto ubbidì senza opporre reclami. Il suo, fu un vero pentimento, difatti seguirono dei cambiamenti reali. Nascose tutti gli oggetti idolatri in una buca, per poi dirigersi a Bethel, ove costruì l’altare. L’altare parla di servizio, di sacrificio, non quello degli animali del vecchio testamento, ma di vite offerte come sacrificio vivente, arrese completamente alla divina volontà. Con il suo cambiamento si guadagnò l’onore di Dio. E Dio gli disse:«Il tuo nome è Giacobbe; tu non sarai più chiamato Giacobbe, ma il tuo nome sarà Israele» (Genesi 35:10).

 

Per motivi tecnici per questo sermone è disponibile solo il file audio. Ci scusiamo per l'inconveniente.

Ultima modifica Sabato 27 Novembre 2010 21:09
Altro in questa categoria: Il peccatore penitente »

Seguici sui social

facebookinstagram

Cerca

Articoli per data

« Novembre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30