Sabato, Novembre 18, 2017
Risorse Studi Biblici Il mito del purgatorio
Sabato 06 Novembre 2010 04:10

Il mito del purgatorio

Il purgatorio è una parola latina che significa “purificarsi”.

Molti credono che sia un posto o un termine di sofferenza provvisoria per i morti che non sono abbastanza buoni per il cielo, né abbastanza cattivi per l’inferno.

 

Ci sono varie opinioni contrastanti intorno a questa falsa dottrina e a questo luogo; non si conosce né la sua collocazione, nè cosa succede e neppure quanto tempo dura.

Il purgatorio è solo una vecchia dottrina umana inventata, che non trova nessun riscontro nella Parola di Dio, la Bibbia. Esso è un mito entrato e radicato nelle menti di coloro che scelgono di crederci.
Nessun essere umano che è morto si trova nel purgatorio, nella Bibbia non è mai menzionato; essa invece parla chiaramente di due luoghi dopo la morte: Paradiso (Luca 23:43) e inferno o Geenna (Matteo 5:29).

Tutti gli esseri umani che hanno vissuto fino ad oggi sono in attesa della risurrezione. La prima risurrezione avverrà al ritorno di Gesù Cristo: “Ora, fratelli, non vogliamo che siate nell'ignoranza riguardo a quelli che dormono, affinché non siate contristati come gli altri che non hanno speranza. 14 Infatti, se crediamo che Gesù è morto ed è risuscitato, crediamo pure che Dio condurrà con lui, per mezzo di Gesù, quelli che si sono addormentati. 15 Ora vi diciamo questo per parola del Signore: noi viventi, che saremo rimasti fino alla venuta del Signore, non precederemo coloro che si sono addormentati 16 perché il Signore stesso con un potente comando, con voce di arcangelo, con la tromba di Dio discenderà dal cielo, e quelli che sono morti in Cristo risusciteranno per primi; 17 poi noi viventi, che saremo rimasti saremo rapiti assie- me a loro sulle nuvole, per incontrare il Signore nell'aria; così saremo sempre col Signore.” (1Te. 4:13-17)
“Ma il resto dei morti non tornò in vita finché furono compiuti i mille anni. Questa è la prima risurrezione. 6 Beato e santo è colui che ha parte alla prima risurrezione. Su di loro non ha potestà la seconda morte, ma essi saranno sacerdoti di Dio e di Cristo e regneranno con lui mille anni.” (Ap. 20:5,6)
“E vidi i morti, grandi e piccoli, che stavano ritti davanti a Dio, e i libri furono aperti; e fu aperto un altro libro, che è il libro della vita; e i morti furono giudicati in base alle cose scritte nei libri secondo le loro opere. 13 E il mare restituì i morti che erano in esso, la morte e l'Ades restituirono i morti che erano in loro, ed essi furono giudicati, ciascuno secondo le sue opere.” (Ap. 20:12,13)

Alla fine dei tempi, quando ci sarà il giudizio del gran trono bianco, tutti i morti che risusciteranno dopo il giudizio avranno due sole destinazioni, alcuni la vita eterna (nel cielo), altri la vergogna e l’infamia eterna (stagno di fuoco o inferno): “Poi vidi un gran trono bianco e colui che vi sedeva sopra, dalla cui presenza fuggirono il cielo e la terra, e non fu più trovato posto per loro. 12 E vidi i morti, grandi e piccoli, che stavano ritti davanti a Dio, e i libri furono aperti; e fu aperto un altro libro, che è il libro della vita; e i morti furono giudicati in base alle cose scritte nei libri secondo le loro opere. 13 E il mare restituì i morti che erano in esso, la morte e l'Ades restituirono i morti che erano in loro, ed essi furono giudicati, cia-scuno secondo le sue opere. 14 Poi la morte e l'Ades furono gettati nello stagno di fuoco. Questa è la morte seconda.” (Ap. 20:11-14)
“Molti di coloro che dormono nella polvere della terra si risveglieranno, alcuni per vita eterna, altri per vergogna e infamia eterna.” (Da. 12:2)

Dunque, la Bibbia dice che tutti gli esseri umani muoiono e che il corpo torna alla polvere: “mangerai il pane col sudore del tuo volto, finché tu ritorni alla terra perché da essa fosti tratto; poiché tu sei polvere, e in polvere ritornerai.” (Ge. 3:19).
Ci sarà una prima risurrezione al ritorno di Gesù Cristo, il rapimento, ed una seconda risurrezione dopo il millennio, ed infine il giudizio con solo due scelte finali, il cielo per l’eternità e l’inferno, anch'esso per l’eternità.
Dio ci benedica.

Pastore Antonio Romeo

Seguici sui social

facebookinstagram

Cerca

Articoli per data

« Novembre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30