Sabato 05 Marzo 2016 14:04

Un test non superato

Valuta questo articolo
(2 voti)

“Ma io vi dico amate i vostri nemici, benedite coloro che vi maledicono…” (Matteo 5:44a )

A volte Dio ci chiede di fare qualcosa che sembra insolito e difficile. Ad esempio quello di amare i nostri nemici e benedire coloro che ci maledicono. Questo test ci appare profondamente ingiusto. Come reagisci quando sei accusato o maltrattato senza motivo? Ascolti in silenzio? Se siamo onesti, nella maggior parte dei casi ci riteniamo orgogliosamente giusti, ed attendiamo che siano gli altri disposti a fare il primo passo verso di noi. Gesù conosce bene l’inclinazione del cuore di ogni essere umano e sa che l’uomo naturale agisce in questo modo. Ma i principi del Regno di Dio sono all’esatto opposto dei nostri. Per questo Egli proponeva parole di difficile applicazione a tutti coloro che volevano essere Suoi seguaci. Gesù lo propone ancora oggi a tutti noi, a coloro che decidono di essere figli di Dio. C’è un test da superare. Seguire Gesù significa anche ricevere offese e calunnie; ma Egli ha offerto la croce. La croce è, per ciascuno di noi, la possibilità di far morire il nostro orgoglio, la nostra reputazione e il nostro egoismo. Quando Dio permette che siamo ingiuriati e maltrattati, il Suo intento è scoprire se la croce è più grande del nostro perbenismo e mancanza di perdono. Gesù ha detto che se moriamo con Lui, saremo con Lui resuscitati. Forse hai subito un’ingiustizia; può essere questa l’opportunità per te di superare il test del perdono.

Ultima modifica Sabato 05 Marzo 2016 14:10