Sabato, Novembre 18, 2017
Risorse Studi Biblici Cremazione o sepoltura?
Giovedì 26 Marzo 2015 18:51

Cremazione o sepoltura?

Si fa sempre più spazio, nella cultura moderna, la pratica della cremazione in alternativa a quella della sepoltura.

Per questa ragione, sempre più credenti si pongono e sottopongono alcune domande:

La cremazione è biblica? La cremazione è peccato? Che dire dei cari che sono stati cremati?

Per dare risposte a queste domande, è utile fare un’indagine storica e biblica riguardo le pratiche di cremazione e di sepoltura.


LA PRATICA DELLA CREMAZIONE NELLA BIBBIA:

I corpi del re Saul e dei suoi figli furono bruciati, ma le loro ossa furono sepolte:

1 Samuele 31:12:tutti gli uomini valorosi si levarono, camminarono tutta la notte e tolsero dalle mura di Beth-Shan il cadavere di Saul e i cadaveri dei suoi figli; poi tornarono a Jabesh e qui li bruciarono”.

2 Samuele 21:12-13:Davide andò a prendere le ossa di Saul e quelle di Gionathan suo figlio dagli abitanti di Jabesh di Galaad, che le avevano portate via dalla piazza di Beth-Shan, dove i Filistei li avevano appesi quando i Filistei avevano sconfitto Saul sul Ghilboa. Egli riportò di là le ossa di Saul e quelle di Gionathan suo figlio e furono anche raccolte le ossa di quelli che erano stati impiccati”.

Alcuni corpi furono bruciati come una forma di condanna:

Giosuè 7:15:E colui che sarà trovato con le cose votate allo sterminio sarà dato alle fiamme, lui e tutto ciò che gli appartiene, perché ha trasgredito il patto dell'Eterno e ha commesso una cosa malvagia in Israele”.

2 Re 23:19-20:Giosia rimosse pure tutti i templi degli alti luoghi che erano nelle città di Samaria e che i re d'Israele avevano fatto per provocare ad ira l'Eterno. Egli fece ad essi esattamente ciò che aveva fatto a Bethel. Immolò sugli altari tutti i sacerdoti degli alti luoghi che erano là e vi bruciò sopra ossa umane. Poi fece ritorno a Gerusalemme”.

Moab fu giudicato per aver bruciato le ossa del re di Edom.

Amos 2:1:Così dice l'Eterno: «Per tre misfatti, di Moab, anzi per quattro, io non revocherò la sua punizione, perché ha bruciato le ossa del re di Edom, riducendole in calce”.

Paolo scrive: “ … e dessi il mio corpo per essere arso …” (1 Corinzi 13:3), era un esempio di martirio.


LA PRATICA DELLA CREMAZIONE NELLA STORIA CIVILE:

La cremazione era la pratica usuale adottata dai greci, dai romani e anche da altre civiltà tribali. Molti di essi credevano nell’immortalità dell’anima, senza prestare attenzione al corpo.

Gli “indù” praticano ancora oggi la cremazione perché credono nella dottrina della reincarnazione.

Alcuni rabbini considerano il rogo dei cadaveri coerente con l’idolatria.

La prima cremazione negli Stati Uniti ha avuto luogo nel 1876, e fu accompagnata dalla lettura di Charles Darwin e scritture indù.

Per molti anni, poche persone (per lo più liberali e liberi pensatori) hanno scelto la cremazione. Ma nel tempo la percentuale è aumentata drammaticamente. Nel 1962 solo il 5% degli americani è stato cremato; nel 2000 la percentuale era già al 25,5%, in esponenziale aumento ai giorni nostri.

La pratica della cremazione è chiaramente di origine pagana!


Ora consideriamo l’usanza della sepoltura nella Bibbia.

LA SEPOLTURA ERA CHIARAMENTE LUSANZA DEI PATRIARCHI:

a) Sara fu sepolta da Abramo, Genesi 23:3, 4:Poi Abrahamo si alzò dalla presenza del suo morto e parlò ai figli di Heth, dicendo: «io sono straniero e avventizio fra voi; datemi la proprietà di un sepolcro fra voi, affinché possa seppellire il mio morto e togliermelo davanti agli occhi».

Genesi 23:17-20:Così il campo di Efron che si trovava a Makpelah di fronte a Mamre, il campo con la caverna che vi era e tutti gli alberi che erano nel campo e in tutti i confini all'intorno, passarono in proprietà di Abrahamo, alla presenza dei figli di Heth e di tutti quelli che entravano per la porta della città di Efron. Dopo questo, Abrahamo seppellì Sara sua moglie nella caverna del campo di Makpelah di fronte a Mamre, (che è Hebron), nel paese di Canaan. Così il campo e la caverna che vi si trova furono trasferiti dai figli di Heth in proprietà ad Abrahamo, come luogo di sepoltura”.

b) Abramo fu sepolto dai suoi figli, Isacco e Ismaele, Genesi 25:8, 9: Poi Abrahamo spirò e morì in prospera vecchiaia, attempato e sazio di giorni, e fu riunito al suo popolo. E i suoi figli Isacco e Ismaele lo seppellirono nella spelonca di Makpelah nel campo di Efron, figlio di Zohar lo Hitteo, che è di fronte a Mamre”.

c) Debora, la nutrice di Rebecca, fu sepolta vicino a Bethel Genesi 35:8:Allora morì Debora, bàlia di Rebecca, e fu sepolta al di sotto di Bethel, ai piedi della quercia, che fu chiamata Allon-Bakuth”.

d) Rachele fu sepolta vicino a Betlemme, Genesi 35:19, 20:Così Rachele morì; e fu sepolta sulla via di Efrata, (cioè di Betlemme). E Giacobbe eresse sulla sua tomba una stele. la stele sulla tomba di Rachele che esiste ancora oggi”.

e) Isacco fu sepolto dai suoi figli, Giacobbe e Esaù, Genesi 35:29:Così Isacco spirò, morì e fu riunito al suo popolo, vecchio e sazio di giorni; ed Esaù e Giacobbe, suoi figli, lo seppellirono”.

f) Giacobbe fece giurare a Giuseppe di seppellirlo nello stesso luogo dei suoi padri, Genesi 47:29-31: “Quando il tempo della morte per Israele fu vicino, egli chiamò suo figlio Giuseppe e gli disse: «Deh, se ho trovato grazia agli occhi tuoi, metti la tua mano sotto la mia coscia e usa con me benignità e fedeltà; di grazia, non seppellirmi in Egitto! Ma, quando mi riposerò coi miei padri, portami fuori d'Egitto e seppelliscimi nel loro sepolcro!». Egli rispose: «Farò come tu dici». Allora Giacobbe disse: «Giuramelo». E Giuseppe glielo giurò. Quindi Israele, appoggiandosi al capo del letto, adorò”.

Genesi 50:2:Poi Giuseppe ordinò ai medici che erano al suo servizio di imbalsamare suo padre; e i medici imbalsamarono Israele”.

Genesi 50:13:I suoi figli lo trasportarono nel paese di Canaan e lo seppellirono nella spelonca del campo di Makpelah, di fronte a Mamre, che Abrahamo aveva comperato col campo da Efron l'Hitteo, come sepolcro di sua proprietà”.

LA SEPOLTURA ERA LUSANZA PRATICATA ANCHE DAL POPOLO D’ISRAELE:

a) Miriam, la sorella di Mosè, fu sepolta a Kadesh, Numeri 20:1:Poi tutta l'assemblea dei figli d'Israele arrivò al deserto di Sin nel primo mese, e il popolo si fermò a Kadesh. Là morì Miriam e là fu sepolta”.

b) Mosè fu sepolto da Dio stesso nella terra di Moab, Deuteronomio 34:5, 6:Così Mosè, servo dell'Eterno, morì là, nel paese di Moab, secondo la parola dell'Eterno. E l'Eterno lo seppellì nella valle del paese di Moab, di fronte a Beth-Peor; e nessuno ha conosciuto fino ad oggi il luogo della sua tomba”.

c) Giosuè fu sepolto nella sua eredità a Timnat-Serah, Giosuè 24:30:e lo seppellirono nel territorio di sua proprietà a Timnath-Serah, che è nella regione montuosa di Efraim al nord del monte Gaash”.

d) Samuele fu onorato con una sepoltura nazionale, 1 Samuele 25:1:Poi Samuele morì, e tutto Israele si radunò e lo pianse; lo seppellirono quindi nella sua casa a Ramah. Allora Davide si levò e scese al deserto di Paran”.

e) Davide, Salomone, Ezechia, e molti altri re, furono sepolti nella città di Davide (1 Re 2:10; 11: 43; 15:8;  2 Re 15:38; 2 Cronache 32:33).

LA PRATICA DELLA SEPOLTURA ERA LUSANZA ANCHE AI TEMPI DI GESÙ:

a) Gesù fu sepolto nella tomba di Giuseppe d’Arimatea, Matteo 27:57-60:Poi verso sera giunse un uomo ricco di Arimatea, di nome Giuseppe, il quale era pure discepolo di Gesù. Costui si presentò a Pilato e chiese il corpo di Gesù. Allora Pilato comandò che il corpo gli fosse consegnato. E Giuseppe, preso il corpo, lo avvolse in un lenzuolo pulito; e lo mise nel suo sepolcro nuovo, che egli si era fatto scavare nella roccia; poi, dopo aver rotolato una grande pietra all'ingresso del sepolcro, se ne andò”.

b) Stefano fu sepolto dopo il martirio, Atti degli Apostoli 8:2: E alcuni uomini pii portarono a seppellire Stefano e fecero grande cordoglio per lui”.

Ci sono prove schiaccianti nella Bibbia che rivelano come la sepoltura era la pratica preferita.


NELLA STORIA CRISTIANA:

Le ragioni principali della preferenza ebraica per la sepoltura appaiono come convinzione che Dio ha destinato l’anima e il corpo ad essere compatibili e coerenti (soprattuto in seguito al giudaismo) con la resurrezione del corpo.

I primi cristiani seguirono la pratica ebraica per seppellire i loro morti (Tert.Apol.XLII; Minuc Felix, Octav, XXXIX; Agosto, Deut. Civ. Dei, I 12,13).

Le catacombe di Roma attestano che i primi cristiani hanno insistito per seppellire i loro morti. I Luoghi di sepoltura cristiani, chiamati Coemeteria (cimiteri), che letteralmente significa “Luoghi di sonno”, riflettono, dunque, la fede in una futura resurrezione. (Timothy George)

Certo, molti martiri furono bruciati a morte, ma i cristiani credevano che Dio li avrebbe risuscitati.

Una famosa citazione cristiana dice: “Non temiamo alcuna perdita da qualsiasi modalità di sepoltura, ma ci atteniamo alla vecchia e migliore usanza di sepoltura” (Minucio Felice).

Fino ad oggi, i cristiani non hanno mai considerato la cremazione una alternativa alla sepoltura.


Dopo aver esaminato queste prove storiche e bibliche, ecco alcuni motivi per preferire la sepoltura alla cremazione:

La cremazione è di origine pagana:

1) Non vi è nessun supporto biblico per la cremazione;

2) Se la storia rivela che la cremazione è di origine pagana, perché scegliere una pratica di tali origini?

B)  Il popolo di Dio ha praticato sempre la sepoltura:

1) Come è rivelato nelle pagine della Bibbia;

2) La sepoltura avvenne durante gli anni dei patriarchi, il periodo mosaico e nell’epoca cristiana. Allora, perché non seguire ancora oggi la pratica dei santi fedeli della Bibbia?

C) La sepoltura ha rispetto per il corpo:

1) A differenza dei greci, che consideravano il corpo come una prigione dell’anima, sia ebrei che cristiani lo identificavano come l’integrazione della personalità umana.

2) Inoltre, l’enfasi cristiana del corpo, considerato il tempio dello Spirito Santo, sottolinea l’avversione verso la cremazione.

3)  I nostri corpi non appartengono a noi stessi, ma al Signore, 1 Corinzi 6:13:Le vivande sono per il ventre e il ventre per le vivande, Dio distruggerà queste e quello; il corpo però non è per la fornicazione, bensì per il Signore, e il Signore per il corpo”.

a) Il nostro corpo è stato acquistato a un prezzo alto, 1 Corinzi 6:19:Non sapete che il vostro corpo è il tempio dello Spirito Santo che è in voi, il quale voi avete da Dio, e che voi non appartenete a voi stessi?”.

b) Il nostro corpo ospita lo Spirito Santo (1 Corinzi  6:19).

c) Dobbiamo glorificare Dio, 1 Corinzi 6:20:Infatti siete stati comprati a caro prezzo, glorificate dunque Dio nel vostro corpo e nel vostro spirito, che appartengono a Dio”.


Senza dubbio, la pratica della sepoltura, rispetto a quella della cremazione, conferisce un valore superiore al corpo.

D) La sepoltura riflette la nostra speranza nella risurrezione:

1) Noi crediamo nella risurrezione dei morti, Giovanni 5:28:Non vi meravigliate di questo, perché l'ora viene, in cui tutti coloro che sono nei sepolcri udranno la sua voce, e ne usciranno, quelli che hanno fatto il bene in risurrezione di vita, e quelli che hanno fatto il male in risurrezione di condanna”.

2) Abbiamo, quindi, la speranza e aspettiamo la redenzione del nostro corpo, Romani 8:23:E non solo esso, ma anche noi stessi, che abbiamo le primizie dello Spirito noi stessi, dico, soffriamo in noi stessi, aspettando intensamente l'adozione, la redenzione del nostro corpo. Perché noi siamo stati salvati in speranza; or la speranza che si vede non è speranza, poiché ciò che uno vede come può sperarlo ancora? Ma se speriamo ciò che non vediamo, l'aspettiamo con pazienza”.

3) Crediamo che ciò che viene sepolto nella corruzione sarà risuscitato incorruttibile (1 Corinzi 15:42-54). La pratica della sepoltura non riflette, dunque, maggiormente l’immagine della speranza che abbiamo nella resurrezione?

Ora ritorniamo alla nostra domanda iniziale: cremazione o sepoltura?

La cremazione non ha nessun supporto scritturale. La sepoltura è certamente una pratica scritturale. Ma la cremazione è peccato? Se si nutrono dubbi circa l’approvazione da parte di Dio, allora si! Romani 14:23 dice: “Ma colui che sta in dubbio, se mangia è condannato, perché non mangia con fede; or tutto ciò che non viene da fede è peccato”.

Non è forse meglio avere una coscienza libera, basata sulla rivelazione della Parola di Dio? Si!

Che ne è di coloro che sono stati cremati?

a) Lasciamo che sia il Signore a giudicare;

b) Crediamo che Dio ha il potere di risuscitare tutti i morti, qualunque sia stato il destino dei loro corpi.

Tuttavia, il supporto biblico è chiaramente a favore della sepoltura anziché della cremazione.

La sepoltura ha certamente maggiore considerazione per il corpo. Lo conferma anche la preghiera di Paolo in 1 Tessalonicesi 5:23:Ora il Dio della pace vi santifichi egli stesso completamente; e l'intero vostro spirito, anima e corpo siano conservati irreprensibili per la venuta del Signor nostro Gesù Cristo”.

Dunque, la questione della sepoltura o della cremazione rimane una decisione di libertà cristiana.

Una persona, o una famiglia, che sta considerando questa opzione, dovrebbe pregare per avere saggezza, come suggerito in Giacomo 1:5:Ma se qualcuno di voi manca di sapienza, la chieda a Dio che dona a tutti liberamente senza rimproverare, e gli sarà data”. E seguire, poi, la convinzione che ne deriva.


Il Pastore

Antonio Romeo


Altro in questa categoria: « Dare oltre la matematica

Seguici sui social

facebookinstagram

Cerca

Articoli per data

« Novembre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30