Giovedì, Novembre 23, 2017
Blog Elezioni europee 2014: qual è il compito della Chiesa?
Venerdì 23 Maggio 2014 08:36

Elezioni europee 2014: qual è il compito della Chiesa?

Valuta questo articolo
(2 voti)

 

La giustizia innalza una nazione, 
ma il peccato è la vergogna dei popoli.” (Proverbi 14:34)

 

ELEZIONI EUROPEE 2014:

 

Cittadini degli Stati membri chiamati alle urne il 25 maggio

“Agire, reagire, decidere”. È lo slogan che le istituzioni europee hanno scelto per lanciare la campagna di comunicazione in vista delle elezioni del 25 maggio prossimo, che serviranno ad eleggere i 751 deputati al Parlamento europeo, rappresentanti degli oltre 500 milioni di persone che vivono nei 28 Stati membri. Per la prima volta nella storia dell'Unione europea, infatti, il nuovo Parlamento eleggerà chi sarà alla guida della Commissione europea. Il candidato esporrà il suo programma politico al Parlamento ma, per essere eletto a Presidente, dovrà incassare la fiducia dalla maggioranza assoluta dei deputati, altrimenti dovrà lasciare il posto ad un nuovo candidato. La nuova maggioranza politica, inoltre, contribuirà a formulare la legislazione europea per i prossimi cinque anni in settori che spaziano dal mercato unico alle libertà civili. In Italia sono elezioni molto attese. E i motivi sono molteplici: viste come il primo test elettorale del governo Renzi, si attende soprattutto l'onda dei tanti partiti che si sono apertamente schierati nell'area euroscettica. Secondo svariati sondaggi fatti su territorio nazionale, la fiducia degli italiani, nei confronti delle politiche comunitarie e della moneta unica, è scesa in picchiata soprattutto negli ultimi 4 anni, gli anni più duri della crisi economica. Come cittadini italiani, e aggiungo come cristiani, è un nostro dovere partecipare a ciò che la società ci chiede di fare, come anche esprimere un voto. Ma ricordiamo che non ci stiamo schierando a favore o contro qualcuno, questo o quel partito. Chiediamo a Dio saggezza per esprimere una preferenza quanto più consona ai valori cristiani in cui crediamo. Infine preghiamo per tutti coloro che governano la nostra Nazione e l’intera Europa affinché ricerchino il volere di Dio per il bene della società.

Serena Di Domenico

Qual è il compito della Chiesa in vista di elezioni politiche?

(a cura dell'anz. Enrico Morra)

La Parola di Dio, maestra di vita dei cristiani, ci invita a votare scegliendo in base a indicazioni morali dateci dalle Scritture.

Ma la Chiesa è chiamata, soprattutto, a pregare per le elezioni e per le autorità, così come ci è indicato da Paolo in 1 Timoteo 2:1-2. La potenza della preghiera della Chiesa, può avere una grande influenza sull'esito delle lezioni.

La Chiesa, inoltre, non si schiera con nessun colore politico, Essa è al di fuori delle parti e dei partiti, il suo compito è quello di predicare il Vangelo a “destra”, “sinistra” e “centro”.

Gesù stesso, per tutta la Sua vita, rifiutò di essere fatto re dal popolo, perché il Suo Regno era non di questo mondo, ma del Cielo.

Infine, vogliamo ricordare che i problemi di questo mondo, la violenza, le ingiustizie, i soprusi, le cattiverie, non potranno mai essere completamente sconfitti dalla politica, perché il problema non è esterno, il problema risiede nel cuore dell'uomo, ed esso si chiama peccato.

La vita senza Dio non potrà mai cambiare, poiché dentro di noi resterà sempre il vuoto e l'insoddisfazione, che solo Gesù col Suo perdono può colmare. Cerca il Suo perdono, lo puoi fare, invocaLo con tutto il tuo cuore.

Ultima modifica Venerdì 23 Maggio 2014 13:36

Seguici sui social

facebookinstagram

Cerca

Articoli per data

« Novembre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30