Giovedì 15 Maggio 2014 15:14

A cena col Re dei re.

Da Pastore Antonio Romeo | Scritture: 1Corinzi 11:23-34

Nella celebrazione dell’Ultima Cena, la notte prima del suo tradimento, Gesù invitò i Suoi discepoli a mangiare il pane e a bere il vino in ricordo della Sua morte (1 Cor 11:23:34). Un culto solenne che ancora oggi viene celebrato come memoriale, in ricordo della Sua morte come sacrificio d’amore, in attesa del Suo ritorno. Il Signore ci ha donato un comando in ordine a tale celebrazione, da compiere però osservando alcuni principi. L’esame personale delle proprie azioni, motivazioni e atteggiamenti insieme al seguente pentimento è prioritario per non assumere un comportamento indegno e attirarsi in tal modo un giudizio divino. Ci invita poi ad accostarci insieme, nell’unità del corpo, testimoniando in tal modo di quel legame straordinario e indissolubile tra le varie parti del corpo, grazie alla Sua presenza dentro di noi. Celebrando il memoriale, in attesa del Suo ritorno, possiamo prepararci in santità, annunziando del continuo quel sacrificio, in virtù del quale abbiamo ricevuto vita, la vera vita per l’eternità.

Altre Informazioni

Ultima modifica Giovedì 15 Maggio 2014 16:12

Video collegati

A cena col Re dei re.