Sabato 02 Febbraio 2013 18:27

La Chiesa deve riscoprire il fuoco dello Spirito Santo

Da: Pastore Antonio Romeo | Letture: Atti 2:42-43

 

La Chiesa odierna è chiamata a riscoprire il valore e l’esperienza del fuoco dello Spirito Santo in azione nel suo mezzo. Sulla scia dell’esempio della Chiesa degli Atti, ha bisogno di sperimentare con regolarità l’opera del movimento dello Spirito Santo che salva i perduti, battezza con il fuoco, purifica e trasforma i cuori, dona coraggio e potenza per essere testimoni fedeli e veraci dell’Evangelo. Ma quali sono le condizioni per permettere allo Spirito Santo di infiammare i cuori? La perseveranza nel riunirsi del continuo per lo studio della Parola, la preghiera e ricordando del continuo il sacrificio di Gesù, uniti ad uno santo timore sono presupposti imprescindibili . “Essi erano perseveranti nella dottrina degli apostoli, nella comunione, nel rompere il pane e nelle preghiere. Ed erano tutti presi da timore; e molti prodigi e segni si facevano per mano degli apostoli” (Atti 2:42-43). Al verificarsi della Pentecoste, laddove trovò pieno compimento la promessa divina di elargire il dono dello Spirito Santo, ne derivarono dei risultati gloriosi. I discepoli dapprima timorosi e titubanti nella proclamazione dell’Evangelo divennero testimoni impavidi, pronti a rischiare persino la propria vita. Ripieni di una gioia ineffabile e traboccante, pienamente distinguibili per il loro operato, infiammarono il mondo intero.

Altre Informazioni

Ultima modifica Sabato 02 Febbraio 2013 18:32

Video collegati

Embed Embed this video on your site La Chiesa deve riscoprire...