Domenica, Novembre 19, 2017
Blog L'Amore di Dio.
Giovedì 02 Febbraio 2012 16:34

L'Amore di Dio.

Valuta questo articolo
(5 voti)

Per l’uomo risulta difficile credere non solo a ciò che non vede, ma anche a ciò che non riesce a spiegare.
L’amore di Dio è di una misura così grande che la sua straordinaria ampiezza spesso ci lascia a bocca aperta, incapaci di qualsiasi ragionamento logico, fino a perdere il senso della Sua reale presenza.
Le motivazioni di Dio sono tanto fresche, amabili e disinteressate che l’uomo arriva a dubitare che tutto questo sia vero.
I nostri fallimenti e la nostra naturale disposizione egoistica ci inducono a pensare che non siamo capaci di provare nulla di lontanamente simile all’amore che Dio prova per la sua creatura, e sinceramente non credo vi sia uomo sulla terra tanto stolto da giudicarsi degno di un tanto grande ed immeritato dono.

Siamo stati resi partecipi dal nostro Signore di una ricchezza inestimabile, reale ed inequivocabile, ma nel corso della nostra vita ci capita di dimenticare quello che Dio, attraverso Suo figlio Gesù Cristo, ha fatto per noi.
Il senso di questo breve messaggio è proprio quello di “rinfrescarci” la memoria per rinnovare il ricordo di quanta grazia abbiamo ricevuto, diventando oggetto delle attenzioni di Dio.
Gli eventi e le circostanze avverse, insieme agli insuccessi e le aspettative non ancora realizzate, feriscono i nostri sentimenti e producono scoraggiamento, creando un terreno favorevole dove il diavolo (che è il padre delle menzogne) viene a seminare ogni specie di dubbio.
Anche le prove che spesso Dio invia al fine di formare il nostro carattere diventano uno strumento nelle mani del nemico quando incontrano un cuore sfiduciato, sorretto dalla convinzione che il Signore lo abbia dimenticato girando il suo volto dall'altro lato.
Ecco perchè Dio vuole condurci in un viaggio attraverso la sua Parola, una verità inappellabile, riportando alla nostra attenzione vecchie promesse che sono più che mai attuali per la nostra vita, in quanto proferite da colui che noi conosciamo come il fedele e il veritiero.


Giovanni 3:16    Poiché Iddio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figliuolo, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna.

Ecco il dono più grande che l’uomo potesse ricevere: la completa testimonianza di un amore verace.
Efesini 2:4 Ma Dio, che è ricco in misericordia, per il grande amore del quale ci ha amati, anche quand'eravamo morti nei falli, ci ha vivificati con Cristo (egli è per grazia che siete stati salvati).
Romani 8:32 Colui che non ha risparmiato il suo proprio Figliuolo, ma l'ha dato per tutti noi, come non ci donerà egli anche tutte le cose con lui?

Questi versi della Parola ci trasferiscono delle meravigliose e benefiche verità:
A) Gesù è morto per noi quando eravamo ancora peccatori, tanto più ci ama ora che siamo suoi figli.
B) L’Amore di Dio è incondizionato ed immutabile. Quando ci ha scelti e chiamati per nome sapeva benissimo con chi avrebbe trattato, conosceva quello che eravamo e quello che avremo fatto in futuro nel bene e nel male.
C) La grazia e la salvezza sono la vera fonte della nostra gioia, e vanno ben oltre i nostri meriti e le nostre capacità; per questo sono esclusivamente il dono di Dio. Dunque perchè dobbiamo affliggere la nostra anima, preoccupandoci di perdere qualcosa che non si è mai guadagnato?
Il più grande fallimento per un credente è non comprendere quello che Dio ha fatto nella sua vita; se fissiamo il nostro sguardo su quello che Dio ha già fatto per noi e non su quello che noi potremo fare per lui, non patiremo mai alcuna delusione.
Non abbiamo nulla da temere, il Creatore di ogni cosa si prende cura di noi!

Matteo 6:25    "Perciò vi dico: non siate in ansia per la vostra vita, di che cosa mangerete o di che cosa berrete; né per il vostro corpo, di che vi vestirete. Non è la vita piú del nutrimento, e il corpo piú del vestito?”

Niente e nessuno possono separarci dall’amore di Dio, solo il peccato potrebbe farlo, ma se lo confessiamo e lo portiamo ai piedi della croce, il sangue di Gesù lo priva di ogni autorità sulla nostra vita.

Romani 8:35-39 Chi ci separerà dall'amore di Cristo? Sarà forse la tribolazione, l'angoscia, la persecuzione, la fame, la nudità, il pericolo, la spada? Com'è scritto: "Per amor di te siamo messi a morte tutto il giorno; siamo stati considerati come pecore da macello". Ma, in tutte queste cose, noi siamo piú che vincitori, in virtú di colui che ci ha amati.    Infatti sono persuaso che né morte, né vita, né angeli, né principati, né cose presenti, né cose future, né potenze, né altezza, né profondità, né alcun'altra creatura potranno separarci dall'amore di Dio che è in Cristo Gesú, nostro Signore.

In conclusione, confidiamo che lo Spirito Santo ci fortifichi potentemente nell’uomo interiore, facendo sì che Cristo abiti per fede nei nostri cuori, che ci possa rivelare lo smisurato amore di Gesù, e che attraverso questo amore possiamo essere ricolmi della pienezza di Dio.
Fiduciosi del Suo amore diamo gloria a Colui che mediante la potenza che opera in noi può fare infinitamente di più di quello che domandiamo e pensiamo, a Cristo Gesù siano tutta la gloria, l’onore e la maestà nei secoli dei secoli, Amen.

Ultima modifica Giovedì 02 Febbraio 2012 16:57

Seguici sui social

facebookinstagram

Cerca

Articoli per data

« Novembre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30