Domenica 09 Ottobre 2011 06:44

Perdonati!

da: Anziano Ciro Varchetta | Scritture: Matteo 9.1-8

“Figliolo, fatti animo, i tuoi peccati ti sono perdonati!”, furono le parole rivolte da Gesù all'uomo paralitico di Capernaum. Trasportato su di un letto al cospetto del Maestro, rimase poi in silenzio, ma non restò inascoltato dal Signore il grido del suo cuore che invocava il perdono dei peccati, nella consapevolezza che la sua malattia ne era una diretta conseguenza. 
Gesù onorò la sua fede e la determinazione di coloro che l'avevano trasportato in quel luogo, incuranti della folla e delle difficoltà logistiche. Vide nel suo interiore un cuore penitente e, anziché giudicarlo, gli rivolse parole di conforto e incoraggiamento, dimostrando che il suo potere andava ben oltre la guarigione fisica, ma aveva piena autorità sul peccato, causa di tanti mali perl'uomo.
Alla Parola pronunciata da Gesù non tutti si schierarono a suo favore. Ma al contrario, i farisei, con un cuore incredulo, optarono per il giudizio e il rifiuto.
Ad ogni Parola proferita dal Maestro seguono sempre delle decisioni, a ciascuno la deliberazione nel proprio cuore.

Ultima modifica Giovedì 20 Ottobre 2011 21:05