Lunedì, Novembre 20, 2017
Blog Contro lo scoraggiamento
Domenica 04 Settembre 2011 09:30

Contro lo scoraggiamento

Valuta questo articolo
(2 voti)

da: Pastore Antonio Romeo | Scritture: Efesini 3.14-21

Nella società odierna regna, incontrastata, l'ottica dello scoraggiamento, a fronte delle mille incertezze e problematiche che si devono affrontare nella vita quotidiana. Le delusioni sono all'ordine del giorno, e inducono i più ad affermare “non c'è speranza”.

Anche i credenti, non sono esonerati da difficoltà e prove di vario genere, ma l'esempio di un giusto atteggiamento da assumere, ci viene offerto dall'apostolo Paolo. Si ritrova nel buio della prigionia quando scrive la lettera agli Efesini, ma è pronto a rivolgere parole di esortazione affinchè loro stessi non si scoraggiassero a fronte della dura persecuzione che il grande apostolo, insieme a tutta la Chiesa di Roma, stava subendo. Paolo nutre un affetto sincero e profondo per quella Chiesa, a cui propone tre rimedi per non cedere dinanzi alle forze del male.

Innanzitutto, prega affinchè ricevessero secondo le ricchezze della gloria di Dio, per essere fortificati nell'uomo interiore. In altri termini desiderava che Cristo e la sua gloriosa Maestà abitasse copiosamente nei loro cuori, nei loro pensieri, nella loro volontà, attraverso la fede.
Il secondo antidoto lo individua nella comprensione dell'amore di Dio e di tutte quante le sue dimensioni, ed infine fa appello alla potenza di Dio che opera in ciascuno, qualora dimorano tanto le sue ricchezze che il suo amore.
E sarà proprio la potenza di Dio a supportarlo in ogni prova affrontata, affermando in modo esemplare “quando sono debole, allora sono forte” (2 Cor 12:10).

 

Ultima modifica Giovedì 08 Settembre 2011 10:38

Seguici sui social

facebookinstagram

Cerca

Articoli per data

« Novembre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30