Mercoledì, Novembre 22, 2017
Risorse Sermoni Dio Il desiderio della presenza di Dio
Martedì 15 Febbraio 2011 19:30

Il desiderio della presenza di Dio

da: Pastore Antonio Romeo | Scritture: Isaia 64:1-12

“Oh, squarciassi tu i cieli e scendessi! Davanti a te sarebbero scossi i monti” (Is 64:1).
Il profeta Isaia, con tale esclamazione, esprime il desiderio profondo della presenza di Dio, che eleva come un grido sincero del proprio cuore. Un grido che risuona come la voce di chi si dispera nel vedere delle tragedie, specie la degenerazione nel peccato del popolo di Dio. Brama più di ogni altra cosa vedere la potenza del Creatore riversarsi nel suo mezzo. Ricorda nei versi successivi le benedizioni divine elargite, ma allo stesso tempo proietta lo sguardo al futuro, in piena certezza di fede. Le sue aspettative sono ancora vive, pur sapendo che non vi era nessuno che lo ricercasse. Da questa triste condizione nasce nel cuore il desiderio di un fervido risveglio, di vedere a tutti i costi la gloria di Dio manifestarsi.
Infine alza il suo sguardo al cielo, appellandosi alla misericordia di Dio padre; afferma infatti ai vv 8-9 “Tuttavia, o Eterno, tu sei nostro padre; noi siamo l'argilla e tu colui che ci formi; noi tutti siamo opera delle tue mani. Non adirarti troppo, o Eterno, e non ricordarti dell'iniquità per sempre. Ecco, guarda, ti preghiamo: noi tutti siamo il tuo popolo.”

Ultima modifica Venerdì 18 Febbraio 2011 09:40
Altro in questa categoria: L'Iddio che consola »

Seguici sui social

facebookinstagram

Cerca

Articoli per data

« Novembre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30