Venerdì, Novembre 17, 2017
Blog Futuro: Timore o speranza?
Martedì 15 Febbraio 2011 19:04

Futuro: Timore o speranza?

Valuta questo articolo
(5 voti)

“Non ti vantare del domani, perché non sai neppure che cosa genera l’oggi “  (Proverbi 27:1)

Ci sono persone che pensano al loro futuro come a qualcosa che viene giorno dopo giorno, di per sé senza fare programmi e senza pensare al domani, altre invece fanno di esso un’occasione e cercano di programmare ogni giorno, ogni settimana; programmano qualsiasi cosa che fa parte della loro vita a tal punto che non si godono neppure il presente.

Tuttavia esiste una terza alternativa: usando diligenza e saggezza possiamo agire nella giusta maniera, basandoci su ciò che già conosciamo e possiamo anticipare  gli effetti, riconoscendo che nemmeno la più astuta pianificazione può prevedere gli eventi futuri dell’ambiente economico, del mondo degli affari e della nostra vita quotidiana.

Fare piani per il futuro è una cosa positiva, ma essere in ansia per esso non c’è di nessun beneficio; la Bibbia fa riferimento a ciò in Matteo 6:34:

“Non affannatevi dunque per il domani,perché il domani avrà già le sue inquietudini. A ciascun giorno basta la sua pena”.

Preoccuparsi può sembrare produttivo perché usiamo molta energia sia mentale che emozionale, ma analizzando bene è futile perché al futuro appartengono fattori che non possiamo controllare. E molte cose per le quali noi ci preoccupiamo, non succedono.

Non si deve sottovalutare il potere di Dio sul nostro futuro, perché ciò che lo determina in maniera positiva è la Sua guida e la Sua presenza in noi.

Seguici sui social

facebookinstagram

Cerca

Articoli per data

« Novembre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30