Martedì, Novembre 21, 2017
Audio Predicazioni

Audio Predicazioni

È con gioia che annunciamo a tutti i nostri visitatori che da oggi sarà possibile...

Possono queste ossa rivivere?

Possono queste ossa rivivere?

Da: Pastore Davide Ravasio | Scritture: Ezechiele 37:1-14

In quel tempo...

In quel tempo...

Da: Pastore Antonio Romeo | Scritture: 2 Cronache 15:1-19

Fuggi le tentazioni

Fuggi le tentazioni

Da: Pastore Antonio Romeo | Scritture: 1 Corinzi 10:12-13; Giacomo 1:13-15

  • Audio Predicazioni

    Audio Predicazioni

    Sabato 01 Aprile 2017 11:25
  • Possono queste ossa rivivere?

    Possono queste ossa rivivere?

    Domenica 05 Marzo 2017 16:50
  • In quel tempo...

    In quel tempo...

    Domenica 26 Febbraio 2017 16:46
  • Fuggi le tentazioni

    Fuggi le tentazioni

    Domenica 19 Febbraio 2017 20:18
Giovedì 02 Febbraio 2012 16:34

L'Amore di Dio.

Per l’uomo risulta difficile credere non solo a ciò che non vede, ma anche a ciò che non riesce a spiegare.
L’amore di Dio è di una misura così grande che la sua straordinaria ampiezza spesso ci lascia a bocca aperta, incapaci di qualsiasi ragionamento logico, fino a perdere il senso della Sua reale presenza.
Le motivazioni di Dio sono tanto fresche, amabili e disinteressate che l’uomo arriva a dubitare che tutto questo sia vero.
I nostri fallimenti e la nostra naturale disposizione egoistica ci inducono a pensare che non siamo capaci di provare nulla di lontanamente simile all’amore che Dio prova per la sua creatura, e sinceramente non credo vi sia uomo sulla terra tanto stolto da giudicarsi degno di un tanto grande ed immeritato dono.

Martedì 31 Gennaio 2012 23:38

Andare a Gesù

“Poi Gesù, entrato in Gerico, l'attraversava; ed ecco un uomo, chiamato Zaccheo, il quale era il capo dei pubblicani ed era ricco. Egli cercava di vedere chi fosse Gesù, ma non poteva a motivo della folla, perché era piccolo di statura. Allora corse avanti e salì su un sicomoro per vederlo, perché egli doveva passare di là. E, quando Gesù arrivò in quel luogo, alzò gli occhi, lo vide e gli disse: «Zaccheo, scendi giù subito, perché oggi devo fermarmi in casa tua». Ed egli scese in fretta e lo ricevette con gioia. Vedendo ciò, tutti mormoravano, dicendo: «Egli è andato ad alloggiare in casa di un uomo peccatore». Ma Zaccheo si alzò e disse al Signore: «Signore, io do la metà dei miei beni ai poveri e, se ho defraudato qualcuno di qualcosa, gli restituirò quattro volte tanto». E Gesù gli disse: «Oggi la salvezza è entrata in questa casa, perché anche costui è figlio d'Abrahamo. Perché il Figlio dell'uomo è venuto a cercare e a salvare ciò che era perduto» Luca 19:1-10

Domenica 22 Gennaio 2012 19:20

Essere avveduti

“Perciò chiunque ascolta queste mie parole e le mette in pratica, è simile a un uomo saggio che ha costruito la sua casa sulla roccia. Cadde la pioggia, strariparono i fiumi ,soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa, ed essa non cadde, perché era fondata sopra la roccia. Chiunque ascolta queste mie parole e non le mette in pratica, è simile a un uomo stolto che ha costruito la sua casa sulla sabbia. Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa, ed essa cadde, e la sua rovina fu grande”. Matteo 7:24-27.
Troppo spesso i neofiti, come anche molti credenti maturi nella fede, hanno una visione limitata o quanto meno distorta del cristianesimo. Si crede che divenire figli di Dio significa diventare degli automi, dei robot, che in un modo del tutto automatico e senza alcun senso seguono degli ordini o comandi impartiti dal nuovo credo; ma questa non è assolutamente l’idea che il Creatore ha della Sua creatura, quanto più di noi che siamo Suoi figli. Figli che sono costantemente alla presenza del Padre e senza la cui presenza non possono vivere perché è come l’aria che respirano.

Giovedì 19 Gennaio 2012 17:46

Rimprovero vivente

“Voi siete il sale della terra; ma se il sale diventa insipido, con che lo si salerà? Non è più buono a nulla se non ad essere gettato via e calpestato dagli uomini. Voi siete la luce del mondo. Una città posta sopra un monte non può rimanere nascosta, e non si accende una lampada per metterla sotto un recipiente; anzi la si mette sul candeliere ed essa fa luce a tutti quelli che sono in casa. Così risplenda la vostra luce davanti agli uomini, affinché vedano le vostre buone opere e glorifichino il Padre vostro che è nei cieli”.  Matteo 5:13-16

I versi sopra menzionati delineano una delle tante parabole che Gesù pronunciò durante i Suoi tre anni di ministero. Ognuna di esse ha delle peculiarità e particolarità che possono dipendere dal luogo in cui Gesù si trovava, dalle persone con cui parlava, dall'insegnamento che Egli voleva trasferire. Quindi, ogni qual volta ci apprestiamo alla lettura di una parabola o di un insegnamento del Signore dobbiamo interagire con il testo non come un ente a sé stante ma come una lezione che è in stretta connessione con il contesto in cui si va ad inquadrare.

Pagina 15 di 38

Seguici sui social

facebookinstagram

Cerca

Articoli per data

« Novembre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30