Domenica, Novembre 19, 2017
Audio Predicazioni

Audio Predicazioni

È con gioia che annunciamo a tutti i nostri visitatori che da oggi sarà possibile...

Possono queste ossa rivivere?

Possono queste ossa rivivere?

Da: Pastore Davide Ravasio | Scritture: Ezechiele 37:1-14

In quel tempo...

In quel tempo...

Da: Pastore Antonio Romeo | Scritture: 2 Cronache 15:1-19

Fuggi le tentazioni

Fuggi le tentazioni

Da: Pastore Antonio Romeo | Scritture: 1 Corinzi 10:12-13; Giacomo 1:13-15

  • Audio Predicazioni

    Audio Predicazioni

    Sabato 01 Aprile 2017 11:25
  • Possono queste ossa rivivere?

    Possono queste ossa rivivere?

    Domenica 05 Marzo 2017 16:50
  • In quel tempo...

    In quel tempo...

    Domenica 26 Febbraio 2017 16:46
  • Fuggi le tentazioni

    Fuggi le tentazioni

    Domenica 19 Febbraio 2017 20:18
Venerdì 13 Aprile 2012 21:42

Caratteristiche di una chiesa...

“Allora essi ritornarono a Gerusalemme, dal monte chiamato dell'Uliveto, che è vicino a Gerusalemme quanto un cammin di sabato. Rientrati in città, salirono nella sala di sopra, dove si trattenevano Pietro e Giacomo, Giovanni e Andrea, Filippo e Tommaso, Bartolomeo e Matteo, Giacomo d'Alfeo e Simone lo Zelota, e Giuda di Giacomo. Tutti costoro perseveravano con una sola mente nella preghiera e supplica con le donne, con Maria, madre di Gesù, e con i fratelli di lui” Atti 1:12-14.
Il desiderio di ogni credente, membro di una chiesa, è crescere e raggiungere traguardi di maturità spirituale sempre più elevati di comune accordo alla famiglia dei santi. La chiesa degli Atti offre un buon esempio a riguardo. La chiesa primitiva aveva delle caratteristiche ben precise, alcune delle quali sono prettamente indicate nel verso 14 sopra menzionato. Il termine “tutti” riporta alla mente il concetto di unità.

Venerdì 23 Marzo 2012 22:31

Seminario sulla Pasqua

La Pasqua è alle porte...
Si festeggia e si trascorre del tempo in famiglia, ma qual è il significato autentico di questa festività, e quale sentimento invece anima le persone, un vero spirito religioso o una semplice tradizione popolare?
In un tempo in cui si oscilla tra paganesimo e religiosità, tra sacro e profano, tra autenticità e sterile imitazione, se vuoi trovare delle risposte concrete e certe alle tue domande, partecipa al seminario che si terrà

sabato 31 marzo alle ore 18:30

presso la Chiesa Cristiana Evangelica “Pentecostale”

di via Casacelle (Giugliano), in cui si metterà in luce il vero significato della Pasqua, nella duplice accezione di Pasqua Ebraica e Cristiana, incentrata sulla morte e risurrezione di Cristo. È una serata diversa all'insegna anche della cultura, quella vera fornita dal manuale dotto per eccellenza quale è la Parola di Dio.

Sabato 25 Febbraio 2012 10:37

Perchè le parabole?

“In quel giorno Gesù, uscito di casa, si mise a sedere presso il mare; e una grande folla si radunò intorno a lui; cosicché egli, salito su una barca, vi sedette; e tutta la folla stava sulla riva. Egli insegnò loro molte cose in parabole, dicendo:
«Il seminatore uscì a seminare. Mentre seminava, una parte del seme cadde lungo la strada; gli uccelli vennero e la mangiarono. Un'altra cadde in luoghi rocciosi dove non aveva molta terra; e subito spuntò, perché non aveva terreno profondo; ma, levatosi il sole, fu bruciata; e, non avendo radice, inaridì. Un'altra cadde tra le spine; e le spine crebbero e la soffocarono. Un'altra cadde nella buona terra e portò frutto, dando il cento, il sessanta, il trenta per uno. Chi ha orecchi oda» Matteo 13:1-9.


Gesù aveva sempre insegnato in modo chiaro e inequivocabile la Sua dottrina, ma da questo momento in poi quando si ritroverà di fronte un grande uditorio, Egli trasformerà gli insegnamenti riguardanti il “Regno dei Cieli” in parabole. Qualcuno si domanderà: perché proprio le parabole?

Martedì 14 Febbraio 2012 10:15

Discernere i tempi

“Allora si avvicinarono a lui i discepoli di Giovanni e gli dissero: «Perché noi e i farisei digiuniamo, e i tuoi discepoli non digiunano?» Gesù disse loro: «Possono gli amici dello sposo fare cordoglio finché lo sposo è con loro? Ma verranno i giorni che lo sposo sarà loro tolto, e allora digiuneranno. Nessuno mette un pezzo di stoffa nuova sopra un vestito vecchio; perché quella toppa porta via qualcosa dal vestito vecchio e lo strappo si fa peggiore. Neppure si mette vino nuovo in otri vecchi; altrimenti gli otri scoppiano, il vino si spande e gli otri si perdono; ma si mette il vino nuovo in otri nuovi e l'uno e gli altri si conservano” Matteo 9:14-17.
Il brano appena letto si riferisce al momento in cui Gesù chiama Matteo a seguirlo. Quest’ultimo è al banco delle imposte, pubblicano, schedato come un traditore della nazione; in quanto impostore è disprezzato da tutti, ma Gesù gli chiede di seguirlo (questa è la misericordia del nostro Dio!) e Levi decide di preparare un gran banchetto in casa sua. Tra i commensali ci sono pubblicani, peccatori,  invadenti, gli interessati a comprendere chi sia Cristo, i farisei che, saturi di scetticismo ed uno spirito critico, sono pronti a puntare il dito contro l’operato di Gesù per denigrarLo, ed infine i discepoli di Giovanni il Battista.

Pagina 14 di 38

Seguici sui social

facebookinstagram

Cerca

Articoli per data

« Novembre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30