Mercoledì, Agosto 16, 2017
Audio Predicazioni

Audio Predicazioni

È con gioia che annunciamo a tutti i nostri visitatori che da oggi sarà possibile...

Possono queste ossa rivivere?

Possono queste ossa rivivere?

Da: Pastore Davide Ravasio | Scritture: Ezechiele 37:1-14

In quel tempo...

In quel tempo...

Da: Pastore Antonio Romeo | Scritture: 2 Cronache 15:1-19

Fuggi le tentazioni

Fuggi le tentazioni

Da: Pastore Antonio Romeo | Scritture: 1 Corinzi 10:12-13; Giacomo 1:13-15

  • Audio Predicazioni

    Audio Predicazioni

    Sabato 01 Aprile 2017 11:25
  • Possono queste ossa rivivere?

    Possono queste ossa rivivere?

    Domenica 05 Marzo 2017 16:50
  • In quel tempo...

    In quel tempo...

    Domenica 26 Febbraio 2017 16:46
  • Fuggi le tentazioni

    Fuggi le tentazioni

    Domenica 19 Febbraio 2017 20:18
Mercoledì 17 Aprile 2013 16:10

Una svolta personale

“Giacobbe rimase solo e un uomo lottò con lui fino all'apparire dell'alba; quando quest'uomo vide che non poteva vincerlo, gli toccò la giuntura dell'anca, e la giuntura dell'anca di Giacobbe fu slogata, mentre quello lottava con lui. E l'uomo disse: «Lasciami andare, perché spunta l'alba». E Giacobbe: «Non ti lascerò andare prima che tu mi abbia benedetto!» L'altro gli disse: «Qual è il tuo nome?» Ed egli rispose: «Giacobbe». Quello disse: «Il tuo nome non sarà più Giacobbe, ma Israele, perché tu hai lottato con Dio e con gli uomini e hai vinto». Giacobbe gli chiese: «Ti prego, svelami il tuo nome». Quello rispose: «Perché chiedi il mio nome?» E lo benedisse lì. Giacobbe chiamò quel luogo Peniel, perché disse: «Ho visto Dio faccia a faccia e la mia vita è stata risparmiata». Il sole si levò quando egli ebbe passato Peniel; e Giacobbe zoppicava dall'anca”  Genesi 34:24-31.

Giovedì 04 Aprile 2013 15:17

7 Raduno Giovanile Nazionale

Dal 31 maggio al 2 giugno 2013, presso l'Hotel Holiday Inn di Castel Volturno (CE), si terrà il Settimo Raduno Giovanile Nazionale delle Chiese Cristiane Evangeliche Pentecostali.

Questo settimo evento vuole essere un incontro con giovani che desiderano cercare la faccia del Signore e realizzare la Sua divina gloria. Questa è la nostra irremovibile priorità! Con il peso di Dio nell'intimo, siamo risoluti ad intercedere con quel travaglio con sospiri ineffabili, affinché il Signore squarci i cieli e riversi una potente effusione che ravvivi questa nuova generazione di credenti. Certamente avremo una visitazione dall'alto. Vogliamo avere fede nel Signore per cose straordinarie. Siamo determinati a lottare in preghiera affinché esse si realizzino.

Ti aspettiamo con la consapevolezza e la certezza che il Signore opererà in un modo soprannaturale.

Il costo dell'intera conferenza è di € 110,00

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi alla segreteria della Comunità di Giugliano (NA)

Tel. 081/3304512 (dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle 13:00 e dalle 15:30 alle 19:00)

Cellulare: 3395066962 - E-mail: info@chiesagiugliano.org

Domenica 10 Febbraio 2013 18:48

Dio è fedele

“Nessuna tentazione vi ha finora colti se non umana, or Dio è fedele e non permetterà che siate tentati oltre le vostre forze, ma con la tentazione vi darà anche la via d'uscita, affinché la possiate sostenere.” (1 Corinzi 10:13).
La fedeltà è uno degli attributi morali di Dio che lo contraddistinguono, come per esempio: “Dio è amore”, “Dio è buono”, “Dio è santo”, ecc.
Nel testo che leggiamo, la fedeltà è messa in relazione al rapporto che Lui ha nei confronti dei Suoi figli, in virtù di una promessa.
Egli non permetterà mai (al tentatore, il diavolo) che la tentazione vada al di là delle nostre forze.
Inoltre, dobbiamo tenere ben presente che non è, quindi, Dio a tentarci, anche perché è scritto: Nessuno, quando è tentato dica: «Io sono tentato da Dio», perché Dio non può essere tentato dal male, ed egli stesso non tenta nessuno.”(Giacomo 1:13).
Il verso di 1 Corinzi, comunque, mette in gioco tre cose: “ci sono delle tentazioni”, “Dio è fedele” e “la tentazione non andrà oltre le nostre forze”.
Infatti, il credente è sottoposto ogni giorno alle tentazioni, ma ciò non può e non deve scoraggiarci, poiché, appunto, “Dio è fedele”!

Sabato 02 Febbraio 2013 19:00

Una cosa nuova

“Non ricordate più le cose passate, non considerate più le cose antiche: ecco, io sto per fare una cosa nuova; essa sta per germogliare; non la riconoscerete? Sì, io aprirò una strada nel deserto, farò scorrere dei fiumi nella steppa. Le bestie dei campi, gli sciacalli e gli struzzi mi glorificheranno, perché avrò dato l'acqua al deserto, fiumi alla steppa, per dar da bere al mio popolo, al mio eletto. Il popolo che mi sono formato proclamerà le mie lodi” Isaia 43:18-21.
Il testo che abbiamo appena letto è tratto dal libro del profeta Isaia, il maggiore nonché il primo libro profetico, scritto dallo stesso nel 700 a.C circa, e ricopre un periodo di tempo di quasi 200 anni, ecco perché alcuni credono che non sia stato il solo Isaia a scriverlo. Da molti studiosi definito il “quinto vangelo”, da altri ancora come la sintesi per eccellenza di tutta la Bibbia in virtù della sua composizione (66 capitoli come 66 sono i libri della Bibbia, divisi teologicamente in 39 capitoli legati al vecchio patto proprio come 39 sono i libri dell’Antico Testamento, e 27 capitoli legati alla realtà del nuovo patto come 27 sono i libri del Nuovo Testamento. E’ dal capitolo 40 che infatti si parla in chiave profetica di Gesù). Il nome Isaia significa YHWH E’ SALVEZZA, e non a caso l’autore descrive i fatti accaduti in un periodo in cui sul popolo incombe un’oppressione politica, sociale e culturale, per cui c’è un bisogno urgente di salvezza da parte di Dio.

Pagina 9 di 38

Seguici sui social

facebookinstagram

Cerca

Articoli per data

« Agosto 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31